Esoterica,  Programmi

Le Chiavi fondamentali della Scienza Esoterica

“…sarebbe un’opera lodevole il restaurare l’antica Magia, la dottrina dei Savii, dopo averla purgata dagli errori dell’empietà e costituita su solide fondamenta.”

Da una lettera di H.C. Agrippa all’abate Tritemio

Queste sono le conoscenze che per noi costituiscono la Chiave per una comprensione profonda ed una pratica efficace delle Scienze Esoteriche e che sono alla base del nostro operare ed insegnare: le troverete via via esposte nei nostri incontri pubblici di divulgazione. Per quanto riguarda la pratica, potete contattarci in qualsiasi momento per fissare un incontro libero in cui conoscerci e valutare insieme un percorso personale.


Le basi strutturali del Microcosmo nell’analisi della Medicina Tradizionale Cinese

  • Filogenesi dei corpi: dall’embrione materiale al corpo spirituale.
  • Sangue e Qi : struttura e relazione fra corpo fisico ed eterico.
  • Gli Spiriti Vitali : il fondamento materiale ed energetico delle facoltà spirituali, ovvero come la fisiologia degli organi sostiene ed influenza emozioni, immaginazione, memoria, volontà, intelletto.
  • Dalla percezione energetica alla visione astrale: distinguere e sviluppare l’esperienza del Qi ordinario, dei Meridiani Speciali, dei Canali Mistici.

Il sistema delle corrispondenze e la funzione operativa dei simboli

  • La visione olistica e la simpatia universale nelle tradizioni alchemiche occidentali ed orientali.
  • Come e perchè funzionano le tecniche yogiche/meditative/rituali: posizione, respirazione, visualizzazione, sinestesia.
  • Immagini senza parole e immagini nelle parole: la struttura simbolica del linguaggio ed il linguaggio dei simboli.
  • La necessità di riscoprire, ricostruire, ed interiorizzare i simboli per renderli operativamente efficaci nella pratica esoterica – yogica, meditativa, rituale.

La dinamica degli stati di coscienza

  • La vastità imponderabile del subliminale: la scoperta dei meccanismi inconsci che costruiscono il nostro spazio mentale e la relazione fra Karma e Priming.
  • Veglia, sonno, immaginazione, sogno, visualizzazione: differenze fisiologiche, energetiche, psicologiche.
  • Simultaneità e passaggi di stato: realtà e illusione dei corpi sottili.
  • Dai mondi sottili al corpo fisico: come la pratica spirituale può plasmare il Sè, dall’immagine astrale alla struttura neuronale.

I presupposti e le prospettive

  • Riconoscere, comprendere e superare gli ostacoli alla realizzazione della pratica, dai meccanismi istintivi alle abitudini culturali.
  • Come accostarsi alla pratica: preparazione-apertura-esercizio-chiusura-decantazione.
  • Tutto è Uno: integrare la pratica in ogni aspetto della vita quotidiana.
  • Le infinite declinazioni dell’Illuminazione: le radici e gli obiettivi ultimi della pratica esoterica.

Skip to content